Ada ya mja hunena, muungwana ni kitendo

GLI AMICI DI UTANGE - Svizzera

 

... poi incontri il loro sguardo e ti chiedi : Io cosa posso fare per aiutarli a vivere dignitosamente nel loro paese? E voi cosa potete fare? Tanto ....basta iniziare ad agire!

 

Questa mia avventura inizia più di dieci anni fa… quando una cara amica mi informa che suo marito, pilota d’aereo, nei suoi molteplici viaggi per il globo fra cui anche il Kenya ha un ambizioso progetto: trovare degli aiuti per costruire un pozzo per l’approvvigionamento dell’acqua e permettere agli abitanti del villaggio rurale di Utange, situato all’interno della costa nord di Mombasa, di attingere direttamente all’acqua.

La mancanza d’acqua impediva a questo villaggio di svilupparsi economicamente, il tempo perso a percorrere chilometri per trovare l’acqua non gli permetteva di portare avanti la loro attività principale che è l’agricoltura. Gli stenti che vivono le persone di questo villaggio non possono scomparire se non tramite un aiuto esterno portato inizialmente da una prima cerchia di persone volonterose che per anni si sono prodigate e tuttora si prodigano per portare avanti i vari progetti.

Si è quindi partiti da un primo progetto relativo alla costruzione di un pozzo ma in questi anni i progetti sono aumentati e grazie all’impegno, alla volontà e agli aiuti concreti e scelte mirate si è andati avanti e si è costruito una scuola, una biblioteca, un asilo ed un ricovero per orfani. Recentemente è stato aperto anche un ambulatorio per permettere l’accesso alle cure di base. L’entusiasmo e la voglia di mettersi a disposizione del prossimo da parte dei promotori non sono mai venute a mancare nel tempo nonostante le ovvie difficoltà a garantire un sostegno umanitario, concreto e stabile nel tempo.

Personalmente ho aderito al progetto implementato successivamente alla costruzione dei pozzi e ho sostenuto con l’aiuto di mio marito e continuo ad apportare il mio piccolo contributo al sostegno educativo dal 2006. In questi dieci anni ho puntualmente ricevuto notizie confortanti sui progetti in corso, che prendevano forma e diventavano importanti realtà per la comunità di Utange. Amina, la  prima bambina che abbiamo deciso di sostenere a distanza aveva tre anni…quest’anno dopo dieci anni ho sentito il bisogno di capire e vedere di persona l’operato fatto. Quindi nel mese di Marzo assieme ad altre 12 persone abbiamo visitato di persona il villaggio di Utange ed i suoi abitanti. Un viaggio del genere come potete immaginare ti pone davanti a realtà dure, tocchi con mano le difficoltà giornaliere a cui vanno incontro queste persone. L’impatto è forte, diverse emozioni ti assalgono: stupore, tristezza, impotenza, voglia di apportare dei cambiamenti. Tutto questo ti permette anche di apprezzare ciò che noi abbiamo nella nostra realtà Svizzera. Come molte altre persone con cui ho successivamente discusso della mia esperienza, l’immagine che ti rimane impressa è il sorriso spontaneo di queste persone che malgrado le avversità della vita l’affrontano con un sorriso che viene dal cuore.

A marzo 2016 ho quindi potuto verificare quanto fatto in questi anni ed è stato bellissimo vedere la quantità di lavoro e l’impegno prodigato allo scopo finale di aiutare tutta la comunità del villaggio di Utange. Ho conosciuto i maestri della scuola, alcune mamme dei bambini che frequentano l’asilo e la scuola, ho avuto il privilegio di visitare la “casa” dove vivono Amina e la sua famiglia…e ho preso atto di quanto ancora rimane da fare.

Sono tornata in Svizzera ricca di una forte esperienza e con il desiderio di poter contribuire anche io dove possibile. Parlando con persone dell’ esperienza vissuta, diverse si sono mostrate interessate a partecipare sia nel progetto educativo che nel sostentamento finanziario sotto forma di donazioni libere o altro di cui vengono date più ampie informazioni nel sito www.utange.net /Gli Amici di Utange Svizzera/contributi e donazioni.

Jambo, Mirta

 

p.s. Il pilota di cui parlavo all'inizio, ora Comandante in una compagnia aerea di linea, si chiama Claudio Canton, è il Vice Presidente dell’Associazione degli Amici di Utange – Svizzera e continua a girare il Globo….

 

VISITA IL NOSTRO SITO: www.gadus.ch

 

 

 

 

Contatti

Claudio Canton/Andrea Cavallero/Angelica Cavallero

gliamicidiutange@gmail.com

Gli Amici di Utange - Onlus
via Confalonieri, 66/A
21012 Cassano Magnago (VA)
Italia

LiFoG
Utange - Bamburi
P.O. Box 84 - 80100 Mombasa
Kenya
___________________________________
C/C presso BANCA PROSSIMA
di INTESA SANPAOLO
FILIALE DI MILANO
Intestato a:
ASSOCIAZIONE GLI AMICI DI UTANGE
IBAN: IT28T033 5901 6001 0000 0128003
BIC: BCITITMX

Angelica C. mob.: +39 3358487866
Claudio C. mob.: +974 55681690
Andrea C. mob.: +39 3355643620
John Lewa mob.: +254 735387682

Cerca nel sito

"Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara" (antico proverbio africano)
___________________________________

Il proverbio in alto a destra è così tradotto:
 "gli uomini comuni parlano, gli uomini onorevoli agiscono"

 

IURA EDITIONIS RESERVANTUR 2009 CANTON

Powered by Webnode