Ada ya mja hunena, muungwana ni kitendo

Recente visita del 3/4 giugno 2015

17.06.2015 15:00

Cari amici, come di consueto una relazione della recente vistita ad Utange. Vi riporto un estratto da quella che verrà inviata ai soci de "Gli Amici di Utange". Nella galleria fotografica alcune foto recenti del villaggio e dell'area Lifog che sosteniamo con i nostri progetti.

Cordiali saluti

Claudio

______________

1.       Visita iniziata sotto la pioggia e conclusasi col sole. Occasione propizia per constatare la tenuta e efficacia del sistema di drenaggio dell'acqua. Il sistema funziona egregiamente, la terra che si accumula all'uscita delle bocche di drenaggio viene asportata giornalmente.

2.       Constatato che l'ultimo edificio scolastico nel pendio non ha la grondaia da una parte. Chiesto spiegazioni mi viene riportato che il carpentiere ha ritenuto non necessario istallarla per il fatto che l'acqua scivola nel pendio. Questa soluzione sarà da verificare!

3.       All'uscita delle grondaie l'acqua cade libera al suolo creando delle buche. Sarebbe il caso di riempirle con pietra per evitare che diventino troppo profonde.

4.       L'area intorno al kindergarten è paludosa quando piove, il leggero pendio esistente porta l'acqua proprio a contatto con la parete nord-ovest dell'asilo. Il materiale di riporto già collocato non è risultato sufficiente a riempire tutto il perimetro dell'asilo. Bisognerà prendere provvedimenti.

5.       Il kindergarten è stato pitturato di bianco, ma i ragazzini hanno già sporcato le pareti di fango specialmente in occasione delle nozze di Joshua (il dottore della nostra clinica) che si sono tenute colà. Ho detto a Zacharia di sensibilizzare bambini e adulti. Ciò succede anche per le pareti della scuola.

6.       Ho chiesto com'è lo stato dei pozzi d'acqua. Sembra che ormai da molto tempo non venga fatto un check né manutenzione. Ho raccomandato di fare un controllo dei pozzi.

7.       Sono riuscito a portare una stampante inkjet donata da un collega, alla quale ho aggiunto un alimentatore e un cavo stampante perché ne era sprovvista. Installata con successo nell'ufficio di David usando il laptop.

8.       Lifog è ora proprietaria di 2 stampanti, una laser in clinica  e una inkjet nell'ufficio del direttore della Lifog . Il laptop funziona bene ed ha ora un antivirus che lo ha liberato dalle precedenti minacce. Il desktop  in clinica è lento anche perché molto probabilmente l'anti virus non è riuscito a neutralizzare le minacce presenti. Non sono riuscito ad intervenire causa blackout elettrico per tutti i 2 giorni.

9.    Microcredito: Jacob (il tassista di tuk-tuk) sta pagando regolarmente le rate (prime due). Mtawali (nuovo start up) riceverà un finanziamento dal microcredito attraverso lo sponsor, con cui iniziare un commercio di carbone da cucina.

10.    Attualmente alla Lifog si stanno applicando due differenti facilitazioni:

a)     microcredito vero e proprio con restituzione somma e interessi;

      b)    prestito di denaro per impiegati Lifog con ritenuta sul salario senza interessi.

11.    Adozioni.
Ci sono 58 ragazzi/e adottati che frequentano la scuola primaria alla Lifog. 3 di questi finiranno l’ultima classe quest’anno e potranno accedere alla secondaria.  John dovrà scrivere con dovuto anticipo, una comunicazione con la quale far sapere che chi intende continuare a supportare  i  ragazzi in secondaria dovrà sostenere costi diversi e che i fondi dovranno pervenire prima dell’inizio del nuovo anno scolastico per evitare che i ragazzi non possano accedere alla secondaria.

12.    Abbiamo rivisto l’organigramma della Lifog. Alcuni nomi sono cambiati, altri verranno ridefiniti successivamente.

13.    Dei progetti in sospeso, il TSC number per gli inseganti è in via di definizione; l’estensione del tetto del kindergarten è completata; stanno arrivando gli ultimi tavoli (rotondi – per la verità quelli già presenti non sembrano costruiti a regola d’arte); mancano ancora gli 8 classroom cupboards (in budget), l’head teacher cupboard.

14.    Il ricovero per i ragazzi orfani (ottenedolo dal vecchio pollaio) è attivo ma sarebbe bene fare la pavimentazione dell’edificio. I tre letti sono collocati a diretto contatto con il suolo e si sente odore di muffa. Tra le due stanze c’è un ripostiglio in cui è stato depositato del legname. Ho fatto presente che il ripostiglio potrebbe essere ricettacolo di scorpioni e insetti di vario tipo.Il legname verrà asportato.

15.    La libreria è stata sigillata. Non ci sono più spazi tra il tetto e le pareti. Non possono più entrare uccelli e polvere. In questo modo i libri restano più protetti. Le pareti sono state ridipinte, ma diverse macchie di pittura sono presenti sui tavoli e sulle scansie portalibri.

16.    Agricoltura.
Ho chiesto informazioni al riguardo delle sementi portate da Andrea. In pratica il primo lotto di sementi è stato molto proficuo in termini di produzione. Il secondo lotto ha avuto sementi che hanno generato piante che non sono cresciute del tutto. L’area che è attigua alla Lifog ora è piena di piante di mais (di specie autoctona). Sarebbe bene riprovare con le sementi portate dall’Italia. Tuttavia l’area andrebbe protetta con reticolato per evitare che mucche e capre distruggano il raccolto.

17.    E’ stato discusso il feeding programm per i ragazzi della scuola. John presenterà una relazione al riguardo, prendendo spunto da quello in atto presso la scuola americana vicina.

________________

Contatti

Claudio Canton/Andrea Cavallero/Angelica Cavallero

gliamicidiutange@gmail.com

Gli Amici di Utange - Onlus
via Confalonieri, 66/A
21012 Cassano Magnago (VA)
Italia

LiFoG
Utange - Bamburi
P.O. Box 84 - 80100 Mombasa
Kenya
___________________________________
C/C presso BANCA PROSSIMA
di INTESA SANPAOLO
FILIALE DI MILANO
Intestato a:
ASSOCIAZIONE GLI AMICI DI UTANGE
IBAN: IT28T033 5901 6001 0000 0128003
BIC: BCITITMX

Angelica C. mob.: +39 3358487866
Claudio C. mob.: +974 55681690
Andrea C. mob.: +39 3355643620
John Lewa mob.: +254 735387682

Cerca nel sito

"Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara" (antico proverbio africano)
___________________________________

Il proverbio in alto a destra è così tradotto:
 "gli uomini comuni parlano, gli uomini onorevoli agiscono"

 

IURA EDITIONIS RESERVANTUR 2009 CANTON

Powered by Webnode